Come pulire i pennelli da Make-Up

Pro e contro di tutti i sistemi per pulire i pennelli senza rovinarli

Da appassionata di Make-Up quale sono come puoi immaginare ho una collezione di pennelli per il trucco piuttosto ricca e ogni volta che mi trucco – cioè tutti i giorni se non più volte al giorno – ne utilizzo diversi.

La questione “pulizia dei pennelli” è quindi molto importante per me e non solo perché mischiando creme e polveri e colori diversi non potrei fare altrimenti ma anche per una pura questione di igiene.

I pennelli da Make-Up infatti sono infatti un discreto ricettacolo di batteri e utilizzandoli sul viso tutti i giorni è bene pulirli spesso, almeno una volta a settimana, soprattutto se hai la pelle impura o tendente all’acne.

E’ importante pulire i pennelli nel modo giusto però, per non rischiare di rovinarli. Le setole dei pennelli infatti sono piuttosto delicate e se si deformano o si induriscono perdono la loro efficacia e precisione ma anche la loro delicatezza sulla pelle. Inoltre spesso abbiamo bisogno di riutilizzarli subito e non sempre abbiamo il tempo di farli asciugare per bene.

Quando frequenti un corso da Make-Up Artist la prima cosa che ti insegnano è proprio come pulire i pennelli – che poi sono il tuo principale strumento di lavoro. Utilizzandoli su più persone è fondamentale che siano sempre puliti ed è altrettanto importante (visto anche il costo di ogni pennello!!) che si conservino perfetti a lungo. Spesso e volentieri poi devi realizzare trucchi diversi in una stessa sessione di lavoro quindi devi pulirli e asciugarli velocissimamente per averli sempre pronti.

Ecco vari modi per pulire i pennelli da Make-Up (con tutti i pro e i contro!)
L’AVIO è l’arma segreta di ogni make-up artist.

E’ facile da reperire (è uno smacchiatore per tessuti, lo trovi in vendita in qualsiasi supermercato nel reparto detersivi per il bucato, la marca è indifferente) e costa pochissimo (una bottiglietta la trovi generalmente intorno ai 2€ e anche meno).

Come usarlo: basta versarne un po’ in un bicchiere e immergerci le setole dei pennelli per qualche minuto agitandoli un po’ in modo da far scaricare tutto il colore. Poi passi il pennello su un foglio di carta assorbente per verificare che sia asciutto e pulito e il gioco è fatto.

Vantaggi:

  • pulisce perfettamente il pennello sia dai prodotti in polvere che dalle creme
  • il pennello si asciuga immediatamente, pronto per essere conservato o riutilizzato

Svantaggi:

  • l’avio è uno smacchiatore per tessuti a base di benzina, puzza e i suoi vapori non fanno proprio benissimo alla salute, inoltre è molto inquinante. Però basta areare l’ambiente dopo l’uso e l’odore svanisce subito, anche dal pennello.
  • E’ altamente infiammabile quindi va maneggiato con cura.
I pennelli da make-up possono essere lavati con uno shampoo o un sapone delicati 

Come usarlo: basta mettere un po’ di shampoo o sapone delicato (come lo shampoo Baby Johnson) in un bicchiere con 2-3 dita di acqua, immergerci le setole dei pennelli agitandoli un po’ per far venir giù il grosso del colore e poi sciacquarli sotto l’acqua corrente facendo scorrere l’acqua dal lato del manico (in modo che il getto d’acqua non allarghi e deformi le setole). I pennelli vanno sciacquati finché l’acqua non esce completamente pulita e poi messi ad asciugare in piano, appoggiati su un foglio di carta assorbente.

Vantaggi:

  • questo tipo di lavaggio è molto comodo perché abbiamo sempre un po’ di sapone o shampoo delicato a portata di mano

Svantaggi:

  • a volte i prodotti cremosi e particolarmente grassi (come fondotinta, correttore o rossetto) non vengono via facilmente
  • i pennelli ci mettono diverse ore, anche tutta la notte, per asciugare completamente (soprattutto quelli grossi per non parlare di quelli ovali in microfibra che hanno setole molto fitte) e quindi se devi riutilizzarli a breve o se devi conservarli subito non è la soluzione ideale

Per facilitare l’operazione sono molto comodi gli speciali guanti o palette in silicone per pulire i pennelli. I pennelli bagnati e insaponati vanno delicatamente strofinati sul silicone finché non scaricano tutto il colore. I pennelli si puliscono meglio e nel tempo si rovinano meno!

Sigma-Spa-Brush-Cleaning_Mat
@Sigma Spa Brush Cleaning Mat
Sigma-Spa-Brush-Cleaning_Glove
@ Sigma Spa Glove
I nuovi brush cleanser elettrici

Questi apparecchi dedicati alla pulizia dei pennelli sono geniali perché ti pemettono di lavare i pennelli con qualsiasi sapone o shampoo delicato tu abbia sotto mano e allo stesso tempo di asciugarli perfettamente in pochi secondi proteggendo le setole. I pennelli non si deformano e le setole tornano morbide e pulite in un lampo!

Come si usano: basta mettere un po’ di sapone e 2 dita di acqua all’interno della boule, attaccare il pennello al porta pennelli elettrico che funziona a batterie e dispone di tanti adattatori diversi per i vari tipi di manico dei pennelli, dai più sottili ai più grossi. Fai ruotare il pennello nell’acqua finché non è pulito, poi tiralo fuori dall’acqua (ma non dalla boule se non vuoi farti la doccia) e fallo ruotare ancora a mezz’aria finché non si asciuga. Fai attenzione ad agganciare bene il pennello al suo adattatore, deve essere saldo e stabile mentre ruota!

makeup-brush-cleaner

 

Rio-easy-makeup-brush-cleaner
Easy Make-Up Brush Cleaner di Rio sarà presto disponibile su QVC.it
Rio-brush-cleanser-ok
Easy Make-Up Brush Cleaner di Rio sarà presto disponibile su QVC.it
Rio-brush-cleanser-2
Easy Make-Up Brush Cleaner di Rio sarà presto disponibile su QVC.it

Vantaggi:

  • puoi utilizzarlo con qualsiasi sapone o shampoo delicato tu abbia a casa
  • è un sistema comodo e veloce che protegge i pennelli a lungo

Svantaggi:

  • ognuno di questi piccoli dispositivi hanno tanti adattatori diversi per poter essere usati con la maggior parte dei pennelli MA potresti avere dei pennelli la cui dimensione non è prevista tra gli adattatori e non va bene per i pennelli ovali
Le soluzioni ad hoc per pulire i pennelli

In giro troverai anche tanti prodotti e soluzioni specifiche per pulire i pennelli.

Alcuni sono gel o saponi delicati, spesso con funzione antibatterica, che vanno risciacquati e anche se sono prodotti specifici sinceramente trovo che non siano troppo convenienti. Come hai visto ci sono sistemi più economici per fare egregiamente lo stesso lavoro.

Altri (quelli che preferisco) non prevedono risciacquo e sicuramente sono molto comodi da tenere nel beauty per pulire velocemente i pennelli tra un utilizzo e l’altro soprattutto quando sei in giro. Non è una pulizia molto accurata e soprattutto i prodotti più grassi non vengono perfettamente via ma i pennelli non si bagnano e possono essere riutilizzati o conservati immediatamente.

Io uso spesso quello spray di Sephora proprio per la grande comodità: basta spruzzarne un po’ sul pennello e poi passarlo su un tovagliolo assorbente finché non scarica il grosso del colore. Il pennello resta asciutto e abbastanza pulito da poter essere riutilizzato immediatamente.

 

Ti è piaciuto questo post? Se lo hai trovato utile metti un bel like e condividilo!

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: