Venezia: viaggio nella Biennale di Architettura 2018 “freespace”

Venezia | Biennale di Architettura 2018

Si usano gli specchi per guardarsi il viso e si usa l’arte per guardarsi l’anima  (George Bernard Shaw)

Non devi essere una grande intenditrice di arte (o di architettura in questo caso) per amarla.

Devi solo essere molto curiosa e avere la mente aperta. Devi essere pronta a lasciarti emozionare, sorprendere, suggestionare e stupire.

Ogni due anni con mio marito cerchiamo di ritagliarci un paio di giorni d’estate per visitare la Biennale d’Arte a Venezia (la prossima nel 2019).

E’ diventato un appuntamento irrinunciabile anche per me che non sono certo una grande esperta, perché è semplicemente emozionante ed è una inesauribile fonte di ispirazione e riflessioni su mille temi, non necessariamente artistici.

Quest’anno per la prima volta ci siamo tornati anche per la Biennale di Architettura e, anche se non è esattamente il mio ambito, l’ho trovata semplicemente fantastica.

Gianni ha studiato arte e design e per me è sicuramente un vantaggio andarci con lui perché devo ammettere che con ogni probabilità molti riferimenti e molte soluzioni non le capirei fino in fondo da sola, ma non per questo le apprezzerei meno, anzi. Dal mio punto di vista profano è bellissimo girare i Giardini e l’Arsenale tra padiglioni e opere con la mia macchina fotografica e con il naso in su e semplicemente perdermi nella bellezza.

Il titolo o tema se preferisci della mostra di architettura quest’anno è “freespace” (spazio libero) e tutti i paesi partecipanti l’hanno interpretato dal proprio punto di vista dando vita a istallazioni che rispondessero in qualche modo alle mille domande che questo tema solleva.

Ogni soluzione è ovviamente profondamente influenzata dalla storia, dal retaggio culturale e dalla situazione politica e sociale del paese di riferimento, nello stile, nei materiali utilizzati e nelle riflessioni che suggerisce, ed è proprio questo il fascino irresistibile della Biennale.

Dalle considerazioni sullo spopolamento delle aree rurali al sovraffollamento e  spersonalizzazione delle grandi metropoli, dalle questioni ambientali fino al tentativo di riqualificazione di aree abbandonate e strutture dismesse per trasformarle in spazi aperti appunto, aperti alla cultura, agli eventi, alla vita. Ci sono spazi vuoti dove ancora tutto può nascere e succedere e spazi sovraffollati di vita, giochi di prospettive e dimensioni distorte.

Insomma è davvero un viaggio intrigante nel presente e nel futuro dell’architettura del mondo che se passi da Venezia nei prossimi mesi ti consiglio di fare.

Hai tempo fino al 25  Novembre!

biennale_2018_16
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Spagna “Becoming”
biennale_2018_17
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Spagna “Becoming”
biennale_2018_07
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Spagna “Becoming”
biennale_2018_15
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Germania “Unbuiling Walls”
biennale_2018_24_ok
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Germania “Unbuiling Walls”
biennale_2018_21
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale
biennale_2018_27
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale
biennale_2018_14
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale
biennale_2018_12
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale | Albania “Zero Space”
biennale_2018_11
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale | Albania “Zero Space”
biennale_2018_10
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale | Croazia “The Architecture of Hospitality”
biennale_2018_08
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale | Indonesia “The Poetics of Emptiness”
biennale_2018_06
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Belgio “Eurotopie”
biennale_2018_04
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Finlandia Norvegia Svezia “Another Generosity”
biennale_2018_01_ok
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Finlandia Norvegia Svezia “Another Generosity”
biennale_2018_22
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Finlandia Norvegia Svezia “Another Generosity”
biennale_2018_29
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Svizzera 240 “House Tour”
biennale_2018_30
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Svizzera 240 “House Tour”
biennale_2018_02
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Francia “Luoghi Infiniti”
biennale_2018_23
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Giappone “Architectural Ethnography”
biennale_2018_25
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Arsenale | Brasile “Muros de Ar / Walls of Air”
biennale_2018_26_ok
Biennale di Architettura 2018 | Venezia | Giardini | Padiglione Romania “Mnemonics”

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa (Arthur Schopenhauer)

 

4 Comments

  1. I used Google translate to read this post and I’m glad I did 😊 I feel the same as you in that I prefer to go to galleries with someone that I think understands art more than I do. My sister usually! Thank you for sharing and your photos are great 👍

    1. You really should if you have the chance! Next one (in 2019) will be about Art which is even more interesting in my opinion <3

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: